Edizione 2020

Nonostante le difficoltà organizzative legate all’attuale situazione sanitaria, anche quest’anno il Comitato Mostra Valle di Cembra, grazie anche alla collaborazione con il Consorzio Vini del Trentino, è riuscito a concretizzare il Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau, giunto alla sua XVII edizione e in programma per venerdì 9 ottobre presso le splendide sale di Palazzo Maffei a Cembra.

E, a dispetto di quest’annata assolutamente particolare per le cantine, i numeri confermano l’importanza attribuita dai produttori a questo appuntamento, da sempre momento di confronto e stimolo. In linea con le precedenti edizioni, sono infatti 60 i vini in concorso, di cui 51 italiani e 9 stranieri, grazie alla partecipazione di cantine tedesche e ungheresi, che hanno riconosciuto nel Concorso una interessante occasione per presentarsi al pubblico italiano e raccogliere i giudizi del panel di esperti a cui è affidata la degustazione.

La commissione è infatti composta da 18 membri suddivisi tra enologi, sommelier – in rappresentanza di diverse associazioni– e giornalisti della stampa di settore, che esprimeranno i propri giudizi attraverso degustazioni alla cieca in cui sarà chiesto di analizzare il vino nel suo complesso, prendendo in considerazione vista, olfatto, gusto e gusto-olfatto.

Le etichette che avranno ottenuto un punteggio tra 80 e 84,99 potranno dunque ambire alla Medaglia d’Argento, quelli tra 85 e 89,99 alla Medaglia d’Oro e quelli sopra 90 alla Gran Medaglia d’Oro, con il limite che i vini premiati non potranno superare il 30% del totale dei partecipanti, per un massimo quindi di 18 etichette premiate.

Chiunque vorrà degustare i vini candidati al Concorso, infatti, potrà farlo da giovedì 15 a sabato 17 ottobre a Trento, dalle 17.00 alle 22.00, presso le sale di Palazzo Roccabruna – Enoteca Provinciale del Trentino, messo a disposizione per l’occasione dalla CCIAA di Trento. E per stimolare una maggiore consapevolezza in fase di assaggio e raccogliere ulteriori informazioni utili a capire quali siano i sentori maggiormente apprezzati, il pubblico sarà invitato a condividere le proprie percezioni e dare un voto ad ogni referenza degustata su un’apposita cartolina distribuita insieme alla carta dei vini.